Ultime notizie

Smarano Academy 2012: Affrettatevi ci sono ancora pochi posti!

 
Francesco Cera

Image

Francesco Cera (www.francescocera.it) bolognese, dopo gli studi di organo e di clavicembalo conclusi sotto la guida di Luigi Ferdinando Tagliavini e di Gustav Leonhardt al Conservatorio di Amsterdam, si è affermato tra gli interpreti italiani della musica antica, facendosi apprezzare per una consapevolezza stilistica che abbraccia diverse espressioni musicali. Oltre agli strumenti storici a tastiera, Francesco Cera estende il suo approccio interpretativo alla musica vocale e strumentale del periodo barocco.
Tiene concerti come solista partecipando a rassegne internazionali tra le quali "Musica e poesia in S. Maurizio" a Milano, "Le Feste di Apollo" a Parma, Festival delle Fiandre di Bruges e Gand, Resonanzen a Vienna e su organi storici in tutta Europa, registrando per diverse emittenti nazionali e per Euro Radio. Interessato alla voce e alla musica vocale, dirige l'Ensemble Arte-Musica col quale esegue repertorio vocale italiano dai madrigali di Gesualdo alle cantate del Settecento, oltre a musiche inedite di Carissimi, Leo, Scarlatti (incisioni per Tactus).

Particolarmente apprezzato nel repertorio cembalo-organistico del seicento italiano, ha realizzato l'incisione delle opere complete di Michelangelo Rossi, Tarquinio Merula, Bernardo Storace e Antonio Valente per la Tactus, ottenendo i più alti riconoscimenti dalla critica specializzata (Amadeus, Diapason, Goldberg). La sua interpretazione delle Sonate per clavicembalo di Domenico Scarlatti è stata accolta come una rivelazione, per l'inedito rilievo retorico-drammatico oltre che brillante, messo in evidenza con maturità interpretativa. Ha realizzato tre CD dedicati alle Sonate di Scarlatti tratte dal manoscritto datato 1742 (Tactus) e partecipa all'esecuzione integrale intrapresa dal Festival delle Fiandre di Gand. Per Radio France-Tèmperaments ha inciso l'antologia "Rome Baroque" con musiche da Frescobaldi a Haendel sul monumentale organo Guglielmi 1612 della chiesa di S.Maria in Vallicella a Roma.
Dal 1991 al 1994 ha fatto parte dell'ensemble Il Giardino Armonico e dal 1995 collabora con il coro della Radio Svizzera Italiana e i Barocchisti diretti da Diego Fasolis, coi quali ha inciso per la ARTS quattro concerti per clavicembalo di J.S. Bach. Per la stessa etichetta ha inciso le suites Francesi di Bach. Ha tenuto corsi d'interpretazione e seminari presso l'Accademia di Musica Italiana per Organo, la Royal Academy of Music di Londra, l'Università di Berkeley e l'Académie d'Orgue de Fribourg. Dal 2001 vive a Roma e nel 2003 è stato nominato Ispettore Onorario per gli organi storici di Roma e del Lazio.